NAŠA ULJA

Nutri i tuoi sensi con l'oro liquido premium Oio Vivo

Oio Vivo - ulja

Innamorati della vasta gamma di sapori dei nostri eccellenti oli di oliva, tra i quali individuerete sicuramente il vostro preferito, che diventerà una spezia indispensabile per i vostri piatti, ma rafforzerà anche la vostra salute.
La gamma degli oli extra vergini di oliva Oio Vivo comprende attualmente quattro oli varietali di olive autoctone e due miscele di oli varietali di diversa intensità.
La nostra selezione è composta da Vodnjanska Buža, Rozinjola, Istarska Bjelica e una rara varietà Žižolera, specifica del clima di Dignano, e abbiamo due blend Bon più leggero e Gajardo più intenso.

Oio Vivo - ulja

UOMO E NATURA

Oio Vivo – l’olio vivo, il cui nome rimanda alla tradizione millenaria della produzione olearia, unisce un’ottima posizione geografica per l’olivicoltura con un approccio innovativo alla produzione dell’olio d’oliva, che ha sempre portato alla creazione di oli di prima qualità.
Elevata presenza di polifenoli, stabilità del gusto e freschezza, sono le caratteristiche principali del nostro olio che ha l’effetto più benefico sulla nostra salute e longevità.

POSIZIONE STRUTTURA / POSIZIONE IDEALE

La regione dell’Istria, una penisola nell’ovest della Croazia, ha un clima mediterraneo estremamente adatto alla coltivazione dell’olivo. Questo è stato scoperto già dagli antichi romani, che in Istria producevano notevoli quantità di olio d’oliva molto prezioso. L’area di Dignano, nel sud della penisola istriana era la zora preferita per produrre la migliore qualità d’olio d’oliva, con i suoi uliveti soleggiati, terra rossa, muri a secco ed un corridoio di aria calda marina che collega le coste orientali e occidentali dell’Istria. Un uliveto di 56 ha con 15.000 piante si trova in un ottima posizione per la coltivazione dell’olivo ad un’altitudine di 60-120 s.l.m. a soli 4,5 km dal mare. L’uliveto si trova due città, Dignano a nord e Pola a sud, nella parte meridionale della penisola istriana, dove hanno luogo le correnti benefiche d’aria calda del mare dalla baia dell’Arsia a est e dalle Isole Brioni a ovest.

Oio Vivo - ulja
Oio Vivo - maslinik

IL PIù GRANDE ULIVETO NEL SUD ISTRIA

L’uliveto è suddiviso in una rete ortogonale regolare, che ricorda l’eredità lasciataci dai Romani nei secoli. La regola dei latifondi, in cui vengono coltivate singole varietà di olivo, cinque varietà autoctone e due varietà straniere di olive italiane.

VARIETÀ AUTOCTONE

Vodnjanska Buža

5.500 stabala

La varietà di oliva buža è la varietà di oliva autoctona più diffusa in Istria. In Istria esistono diversi tipi di biotipi di questa varietà. L’area di Dignano è caratterizzata dalla buža di Dignano. L’albero di buža ha una crescita molto rigogliosa, con una chioma densa e ampia che cresce in altezza. I ramoscelli crescono eretti, mentre i ramoscelli fruttiferi sono piegati. La foglia è di medie dimensioni, ellittica, a forma di lancia con rovescio grigio. Il frutto della varietà di oliva buža è da medio a grande, di forma ovoidale, leggermente asimmetrico, e a piena maturazione è di colore scuro. Richiede posizioni calde e protette, ed è quindi più adatta alla coltivazione nelle posizioni calde dell’Istria meridionale.

Buža Puntoža

600 stabala

La varietà buža puntoža è una caratteristica varietà di olive autoctona in Istria che viene coltivata nella zona di Rovigno, Valle, Dignano e Fasana. L’olivo di buža puntoža ha una crescita rigogliosa, tronco e rami robusti. La chioma è alta, densa, con numerosi rami pieni di foglie. La foglia è chiaramente verde, di colore leggermente più scuro della foglia di buža. Il frutto è più piccolo della buža e il più delle volte cresce in grappoli su lunghi steli. Nella parte superiore del frutto c’è una piccola sporgenza da cui la varietà ha preso il nome. La qualità dell’olio è simile alla qualità dell’olio di buža, ma l’odore è più forte, come il frutto maturo di un’oliva e di una mela.

Istarska Bjelica

4.500 stabala

La varietà di oliva bjelica istriana è una varietà autoctona addomesticata in Istria e nel Quarnero. Si trova anche in Italia e Slovenia, ed è caratterizzato da un alto contenuto di polifenoli (più di 450mg/kg). L’albero è di media crescita rigogliosa, con una fitta chioma che cresce in altezza. I rami sono lunghi e sodi, crescono eretti e i rami fruttiferi sono leggermente piegati o diritti. La foglia è di medie dimensioni, larga, di colore verde scuro. Ha forma ellittica e spirale. Il frutto è ovoidale, simmetrico, grosso. Il rapporto tra il nocciolo e la polpa è armonico. Questa è una delle varietà più resistenti alle basse temperature e alle tempeste. La maturazione è tardiva, metà o fine novembre e possiede ottima, abbondante e regolare fertilità.

Rozinjola

1.250 stabala

La varietà Rosinhola è una varietà di olivo autoctona, che viene coltivata nella parte meridionale dell’Istria, in particolare a Rovigno, Dignano e Orsera. La Rozinjola è mediamente rigogliosa, rami sparsi, diretti verso la luce. La chioma è compatta, rotonda, densa, con numerosi rametti e molte foglie. La foglia è verde scuro, smussata sui rami nativi, sui rami misti, la parte superiore della foglia è leggermente appuntita. Il frutto della rosinjola è simmetrico, di media grandezza, ovoidale, con numerose lentiggini, conferisce all’olio un profumo intenso, un gusto piccante pronunciato e un amaro moderato.

Zizolera

700 stabala

La varietà di oliva žižolera è un’antica varietà autoctona, poco rappresentata in Istria. Piantando 700 alberi in un uliveto puro varietale, ci impegniamo per la revitalizzazione di questa vecchia varietà, e quindi siamo diventati il più grande produttore di puro olio varietale Žižolera. L’olivo della varietà žižolera è di crescita rigogliosa,lo sviluppo del tronco pronunciato, chioma ampia, rami ricurvi solidi e lunghi mentre i ramoscelli fruttiferi sono flessibili e densi. Foglia lanceolata, grigio-argentea-oliva, da media a grande, ovale. L’aspetto e il colore del frutto di žižolera ricorda il frutto di giuggiola, un frutto caratteristico dell’Istria, e da lui prende il nome.

VARIETÀ STRANIERE

Leccino e pendolino sono i principali impollinatori dell'oliveto.

Leccino

2.100 stabala

Il Leccino è una varietà straniera di oliva coltivata in Istria dal 1940, arrivata dall’Italia, dalla regione Toscana. È la varietà di olivo più diffusa al mondo, che deve la sua estrema adattabilità alle diverse condizioni. L’albero è di crescita rigogliosa, ampio, di crescita pronunciata e sviluppo del tronco e della chioma in altezza e circonferenza.
I rametti fruttiferi sono a chioma corta, ricadente, di forma tondeggiante con rami sodi e lunghi, motivo per cui è di forma cespugliosa come pianta ornamentale. La varietà è a maturazione precoce (settembre, ottobre) ed è resistente alle basse temperature. Il Leccino dona un olio di straordinaria qualità, dall’aroma spiccatamente fresco e fruttato di oliva, dal sapore delicato e dolce, senza un forte aroma.

Pendolino

650 stabala

Nel nostro uliveto troverete solo un’altra varietà straniera, ovvero la varietà toscana pendolino, il principale impollinatore dell’oliveto. La varietà del pendolino è caratterizzata dalla chioma medio-lussureggiante con rami ricurvi e ricadenti e foglie lanceolate e compatte. I frutti sono allungati, leggermente asimmetrici, di peso medio. I rami fruttiferi sono lunghi, pendenti, elastici, piegati verso il suolo. La varietà dell’olivo, pur essendo pendolino, coltivato prevalentemente come impollinatore, conferisce comunque all’olio straordinarie qualità e un fresco profumo fruttato.

FATTORI CHE INFLUENZANO LA QUALITÀ DELL'OLIO

Metodo di lavorazione

È importante che durante il processo di lavorazione, vengano applicati solo processi meccanici sigillati in un ambiente freddo, cioè senza riscaldamento e mai superiore a 27 ° C, ed il raffinamento, che è un processo caratteristico della produzione di oli extra vergini di oliva premium.

Misure agrotecniche

La qualità dell’olio è assicurata anche da uliveti varietali puri, agricoltura integrata e concimazione organica, e l’applicazione di innovazioni nella coltivazione.

Varietà

Alcune varietà hanno una maggiore quantità di polifenoli come la bjelica istriana (più di 450 mg/kg) che influisce direttamente sulla qualità dell’olio. Il livello di polifenoli è elevato anche in altri olii di varietà autoctone di olive istriane variando da 300-450 mg/kg.

Grado di maturità

Il tempo di raccolta o il grado di maturazione del frutto determina in modo significativo il livello di polifenoli nel frutto dell’oliva, quindi iniziamo la raccolta all’inizio di ottobre quando il frutto è ancora verde, o quando la maturazione è appena iniziata.

Condizioni climatiche

I test hanno dimostrato che una maggiore proporzione di sostanze fenoliche, e quindi una qualità superiore, hanno gli olii nel sud dell’Istria, nelle zone che sono più carenti di acqua e hanno più giornate di sole all’anno.

Oio Vivo - berba

LA RACCOLTA

Quando iniziare a raccogliere le olive è una domanda molto importante. La decisione sul momento della raccolta influenzerà in modo significativo la qualità ed il gusto dell’olio. L’olio più pregiato, dal sapore gradevole e fresco di frutto d’oliva, era chiamato ex albis ulivis dagli antichi romani, e si otteneva da una raccolta anticipata, quando il colore del frutto virava dal verde al giallo-verde. Gli ingredienti fenolici che conferiscono all’olio il sapore e l’aroma, con la maturazione delle olive si riducono, quindi è molto importante monitorare il processo di maturazione e prendere una decisione tempestiva sulla raccolta quando il livello di polifenoli nelle olive fresche è più alto. Iniziamo la raccolta nei primi giorni di ottobre, tempo permettendo, e pratichiamo la raccolta manuale delle olive per conservarle al meglio, poiché gli alberi sono ancora giovani.

LA LAVORAZIONE

Il processo di lavorazione delle olive si svolge in più fasi accuratamente eseguite: pulitura e lavaggio del frutto, macinatura, impasto dell’impasto, separazione della parte solida da quella liquida, separazione della miscela di olio in olio e acqua. L’obiettivo finale di questo processo è quello di ottenere l’olio dal frutto dell’oliva senza provocare alterazioni della composizione chimica significative per la qualità dell’olio e il suo valore biologico e nutritivo. Una particolare attenzione dovrebbe essere prestata al processo di impasto dell’impasto stesso, perché è qui che è possibile una significativa perdita di polifenoli, che alla fine influirà sulla qualità dell’olio e sulla sua ulteriore protezione dall’ossidazione.

Oio Vivo - prerada
Oio Vivo - čuvanje

CONSERVAZIONE

Dopo il processo di lavorazione, l’olio viene conservato nell’oliveto stesso, in un ambiente fresco e ventilato a temperatura costante in serbatoi di acciaio inox collegati al gas azoto, che impedisce all’olio di entrare in contatto con l’ossigeno. In questo modo si previene il processo di ossidazione e si preservano nel lungo periodo le preziose proprietà dell’olio.